Otranto, porta d’Oriente

GDM2018
// 9 febbraio 2018

Otranto, porta d’Oriente, è la città più ad Est d’Italia, una delle perle del Mediterraneo.

Il suo fascino stupisce e ammalia, le sue innumerevoli bellezze architettoniche, artistiche e naturalistiche convivono creando un’armonia che si respira da secoli. Tra queste il borgo antico, Sito Messaggero di Pace dell’Unesco, con i suoi scorci suggestivi; la Basilica bizantina di San Pietro; la Cattedrale e il suo splendido pavimento musivo; l’imponente Castello Aragonese.

Spiagge incontaminate si estendono verso nord e suggestive scogliere a sud, dove si incontrano due mari, l’Adriatico e lo Ionio, e dove una brezza leggera trasporta i profumi mediterranei di una terra che conquista. E ancora ampie zone pinetate e umide, come quella che circonda i Laghi Alimini. Numerosi i riconoscimenti alla Città: le Cinque Vele di Legambiente, la Bandiera Blu della FEE, la Bandiera Verde dei pediatri italiani. Compresa fra i Borghi più belli d’Italia, viene scelta da tanti come meta per le proprie vacanze.

Le amministrazioni che si sono avvicendate al governo della Città hanno cercato di approntare servizi adeguati per i cittadini e per gli ospiti, per rendere sempre migliore la qualità della vita.

Tante le iniziative avviate per fare crescere l’appeal del territorio e numerosi gli eventi che vengono riproposti ogni anno: Alba dei Popoli nel periodo delle festività natalizie, Otranto Film Fund Festival a giugno, Giornalisti del Mediterraneo a settembre, nonché mostre importanti presso il Castello Aragonese e Torre Matta, siti restaurati e totalmente rinnovati, e concerti in piazza.

E ancora tradizioni che ancora persistono, sapori antichi che convivono e si mescolano a ricette moderne proposte nei tanti ristoranti presenti in città, artigianato locale.

Otranto è sogno, emozioni e magia. Una volta visitata è impossibile da dimenticare. Rimarrà nella memoria per sempre.

 

Categories
GDM2018

Leave a Reply

undici + diciotto =